La Biografia di papà…

La Biografia di papà…

Biografia di AURELIO FIERRO

 

img008

Nasce il 13 settembre 1923 in Montella (Avellino), sesto di undici figli. Il papà, Raffaele (Filuccio, per tutti) commerciante e valente stornellatore trasmette ai figli la passione per il canto, un vizio di famiglia come diceva compiaciuta mamma Isabella, ma fra tutti è proprio Aurelio a spiccare ilvolo. Dopo avere studiato presso i Padri Francescani del Convento di S.Francesco a Folloni (Montella) ed ultimato gli studi al Liceo Scientifico di Avellino, si arruola in Aeronautica. Il famoso 8 settembre è a Caserta, e quindi decide di laurearsi in Ingegneria, facoltà di Napoli. Ma qui la passione per il canto si risveglia, complici i colleghi universitari Gigi Reder e Carlo Croccolo fra i tanti, e nel 1945 si presenta come cantante al Teatro Diana in Napoli, con discreto successo. Ma è nel 1951 che avviene la svolta: partecipa al Concorso per Voci Nuove indetto dalla Casa Editrice CURCI insieme alla Casa Discografica DURIUM, ed alla finalissima, svoltasi al Giardino degli Aranci, vince su un lotto di 600 concorrenti, interpretando Io te vurria vasà e Che t’aggia dì, quest’ultima di Evemero Nardella, in quel periodo suo maestro. Vincendo ottiene un contratto con la già citata DURIUM, importantissima Casa discografica dell’epoca, e comincia a studiare canto con il m° Mino Campanino, con il quale incide numerosi microsolchi. Comincia a cantare stabilmente in Radio a Roma con il m° Savina ed a Napoli con il m° Anepeta ed il m° L. Avitabile. Partecipa alla Piedigrotta di varie Edizioni Musicali, ancora presenti i grandi cantanti Gennaro Pasquariello e Salvatore Papaccio fra gli altri, continua gli studi, mancano ancora tre esami alla Laurea in Ingegneria, ma siamo nel 1954, ed è qui che arriva il primo trionfo, la consacrazione defmitiva. Presentando alla Piedigrotta BIDERI la canzone Scapricciatiello di Pacifico Vento e del m° Ferdinando Albano, finita l’esibizione trionfale al Teatro S.Ferdinando, viene prelevato dai Guappi e portato alla grandiosa manifestazione Porta Capuana ‘nfesta, dove il pubblico entusiasta fa ripetere l’esecuzione del brano per ben 5 volte! Questo successo di pubblico lo portò ad abbandonare gli studi per dedicarsi esclusivamente alla canzone, intraprendendo anche una tourneè in Canada, prima di una lunghissima serie in tutto il mondo, senza soluzione di continuità. Dopo questo primo momento di gloria, nel 1956 la prima partecipazione al Festival della Canzone Napoletana ed il primo trionfo, con Guaglione (Nisa/Fanciulli) e Suspiranno ‘na canzone (DeMura/Ruocco) si aggiudica primo e secondo posto, ed intraprende una trionfale tourneè di ventuno giorni all’Olimpia di Parigi, auspice monsieur Coquatrix, patron del teatro parigino. Da qui in poi non si contano più le partecipazioni al Festival della Canzone Napoletana ed anche le felici incursioni al Festival di Sanremo, dove partecipa per 6 volte dal ‘58 al ‘64, portando al successo canzoni come Timida Serenata, Fragole e Cappellini, I trulli di Alberobello, Sole e Pizza e Amore, Lui andava a cavallo. Nel 1957 vince Voci e Volti della Fortuna, trasmissione Rai in seguito meglio conosciuta come Canzonissima, ed al Festival di Napoli presenta Lazzarella (Pazzaglia/Modugno), grandissimo successo anche questo. Ancora vince il Festival di Napoli nel 1958 con Vurria (Pugliese-Rendine), nel 1961 con Tu sì ‘a malincunia di cui è anche autore, nel 1969 con “Preghiera a ‘na mamma” (Russo/Mazzocco), ed è da ricordare nel 1966 l’accoppiata vincente con il milanese Giorgio Gaber per un’indimenticabile “ ‘A Pizza “ (Testa/Martelli/Nisa). Incide numerosi dischi, porta al successo tante canzoni, fra le quali ricordiamo “ ‘A Sunnambula” e

“ Peppino ‘o Suricillo “, e compie numerose tourneè all’estero. Nel frattempo, 1963, fonda la Casa Discografica King Universal, nella quale fra gli altri scrittura Peppino Gagliardi (con i successi di Sanremo e Un Disco per l’Estate “Come le Viole”, “ Come un Ragazzino”, “Settembre”,-“Sempre Sempre”),Umberto Bindi, Gianfranco Funari, Gloria Christian, Mario Merola, Mirna Doris, Tony Astarita e Vittorio Marsiglia, fra i tanti. Nel 1970 si presenta alle elezioni Comunali di Napoli e diventa Consigliere  Comunale ma, per sua ammissione “ più ho conosciuto la politica …più ho amato le canzoni”. Da non dimenticare le partecipazioni anche come protagonista in numerosi films dei quali citiamo Lazzarella, con Terence Hill e Modugno, Caporale di Giornata con Nino Manfredi, Quel tesoro di Papà, Anche gli angeli piangono, ed ancora nel 1996 “Luna e l’Altra” di Maurizio Nichetti. Ancora nel 1989 dà alle stampe per i tipi della Rusconi

la Grammatica della Lingua Napoletana, frutto di anni di studio e di eterna passione, seguito a ruota da Fiabe e Leggende Napoletane sempre edito da Rusconi, ed a breve vedrà la luce l’Enciclopedia Storica della Canzone Napoletana, alla quale sta tuttora dedicandosi. Nel 1988 apre un ristorante, ‘A Canzuncella. nel cuore del centro antico di Napoli, pioniere in questo settore ed in quel sito. Fra le partecipazioni televisive dell’ultimo periodo, innumerevoli, ricordiamo la sfida del Viva Napoli di Mike Bongiorno, dove al meglio di 3 scontri memorabili prevale nel 1999 sulla squadra capitanata da Mario Merola. Trova anche  il tempo per diventare un importante collezionista di francobolli sul tema  “Il Natale su tutti i francobolli del mondo” in misura di circa 14.000 esemplari, tanto da ricevere la nomina Parlamentare di membro della Consulta per l’emissione di Carte Valori Postali e la Filatelia. Ancora è stato nominato dalla Consulta della Regione Campania Ambasciatore della Canzone Napoletana dei Campani del Mondo. Rendetevi conto, non basterebbe un romanzo per raccontare la vita e le innumerevoli attività intraprese, ma il suo carattere forte e gioviale gli permette ancora oggi, a 79 anni suonati, di intraprendere iniziative nuove e diverse tra loro. Il figlio di Flavio Fierro,  si chiama  Aurelio “Scapricciatiello” e la figlia Marisa “Lazzarella” : dichiarati proprio così all’anagrafe!! .

Certificati nascitascapricciatiello

dal certificato di nascita di Aurelio, SCAPRICCIATIELLO.

Certificati nascitalazzarella

dal certificato di nascita di Marisa, LAZZARELLA.

 

 

 

 

 

Questa è una biografia minima di Aurelio Fierro, grande protagonista della Canzone Italiana e Napoletana, passando con disinvoltura da Sanremo a Napoli, in virtù della simpatìa innata, della comunicativa incredibile e della voce squillante. Non basterebbe un libro, ed infatti non lo abbiamo voluto scrivere… PER ORA !             (by Flavio Fierro – a.d. 2015)

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Share This